immaginalpi logo

 

Immaginalpi

Immaginalpi

Una serie di cinque incontri, che avranno luogo tra luglio e novembre, per conoscere la Valle Grana attraverso le immagini nelle loro diverse declinazioni.

Ogni sera precedente all’incontro ci sarà la proiezione di un documentario dei due registi che hanno dedicato gran parte della loro filmografia al racconto delle montagne: Fredo Valla e Sandro Gastinelli.

L’ANTROPOLOGIA VISIVA NELLE ALPI

Il primo incontro d’apertura sarà  un viaggio nella storia di una disciplina che negli anni ha influenzato teorie, metodi e linguaggi dell’antropologia culturale e del cinema del reale: come si possono filmare le culture? Partendo dalle voci e visioni dei più grandi autori e antropologi visivi come Robert Flaherty, Jean Rouch, Margaret Mead, David Mac Dougall, John Marshall e Robert Gardner, ci sposteremo nelle Alpi, dove registi come Fredo Valla e Sandro Gastinelli hanno raccontato spaccati di storia e di vita nelle nostre valli.

A fine serata verrà lanciato un invito alla cittadinanza a condividere le foto di famiglia e a raccontare le storie dietro quelle immagini, che andranno entrambe ad arricchire il centro di documentazione della Valle Grana.

IL RACCONTO DELLA MEMORIA

Partendo dalle fotografie già presenti nell’archivio dell’Ecomuseo Terre del Castelmagno inizia il viaggio alla scoperta delle storie dei protagonisti di quelle immagini, che diventano così vive e ritrovano la loro voce dopo anni di silenzio. 

I ricordini dei defunti stessi diventano un’occasione di ricordo e narrazione, a ritrovare radici, per comprendere chi siamo oggi dalle scelte di chi ha vissuto in questi luoghi che ora, più che in altre Valli, sono stati colpiti dall’abbandono.

A fine serata inizia la raccolta di chi sceglie di condividere le proprie fotografie e partecipare al questa raccolta collettiva della memoria. Erica Liffredo e Andrea Fantino si accorderanno per le interviste.

L’IMMAGINARIO DELLA VALLE NELLE CARTOLINE

Le cartoline rappresentano l’immaginario che una Valle o un luogo vuole dare di sé. La ricerca delle cartoline storiche porterà un patrimonio di immagini e delle storie che possiamo leggere come in filigrana nelle parole scritte sulle cartoline spedite spesso alle famiglie emigrate, per tenere vivo quel fortissimo legame. Le cartoline di un tempo e le cartoline di oggi: uno spunto di riflessione non solo per chi vive in Valle, ma anche per chi in Valle ci lavora. Dal periodo dello spopolamento all’epoca d’oro degli anni sessanta, alla necessità di reinventarsi oggi con un turismo cambiato. 

Il covid ha di nuovo mescolato le carte, rivalorizzando il turismo di prossimità.

Continua la raccolta collettiva delle fotografie, nuovo lancio di condivisione.

LA MEMORIA NEI RACCONTI ORALI

Il quarto incontro è un’immersione nell’antica tradizione del racconto orale nelle sue svariate sfumature: dalle leggende delle masche tramandate ai bambini durante la veglia nelle stalle alle filastrocche, dalle canzoni alle preghiere. Verranno raccolte in Valle

 queste testimonianze capaci di raccontare un microcosmo che diventa universale, 

parte stessa un contesto più ampio ed articolato, di ricorrenze e feste, di usanze che travalicano i confini della Valle stessa.

Durante l’incontro verranno proiettati estratti di riprese realizzate negli anni, amatoriali e non, delle feste tradizionali, delle loro musiche e canti, che diventeranno esse stesse spunto di dialogo e confronto: cosa è cambiato nel tempo? Cosa cambierà nel futuro? 

Ultimo invito alla condivisione delle fotografie di famiglia.

IL RACCONTO COLLETTIVO

A conclusione del ciclo di incontri ci sarà la restituzione alla collettività del lavoro di raccolta delle nuove fotografie e delle interviste realizzate. Verranno proiettate le interviste, in un lavoro riassuntivo di presentazione del progetto, accompagnato dal lavoro di ricerca storica ed etnografica correlato. 

A conclusione dell’incontro verrà proiettata una selezione delle foto, spunto di racconto e coinvolgimento diretto di condivisione durante l’incontro.

GLI APPUNTAMENTI FUTURI

Nel secondo e terzo anno del progetto verranno affrontate altre tematiche che ci consentiranno di tracciare uno schema e una visione complessiva della Valle, della sua storia e dei suoi abitanti da un punto di vista sia antropologico sia etnico-storiografico. 

Nel SECONDO ANNO si andranno ad approfondire nello specifico le tematiche che riguardano la tradizione, dai rimedi naturali alle ricette, dagli strumenti musicali della tradizione ai nomi delle costellazioni nella tradizione popolare.

Nel TERZO ANNO si andrà infine ad approfondire quella che è l’architettura della Valle, a conoscere e studiare le strade ed i percorsi, l’iconografia sacra e quella profana.